“Chi va piano va sano e va lontano”

dicicletta e osteopatia

Il proverbio vale anche per l’attività fisica di questi giorni post-lockdown

Giunti a una tregua del lockdown in molti non vedranno l’ora di tornare svolgere attività fisica all’aria aperta, godersi una bella corsetta o una lunga pedalata in bici.

 Nonostante l’attività fisica sia un potente promotore di salute, è opportuno essere consapevoli che l’immobilità prolungata e l’aver messo su qualche chilo oltre a costituire un ottimo sprono, ci invitano a prestare particolare attenzione alle nostre prime sessioni di allenamento.

 È opportuno quindi essere prudenti e rispettare il proprio corpo per evitare piccoli fastidiosi infortuni che possono pregiudicare la nostra ripresa.

 1- Dedica qualche minuto a riscaldare le articolazioni che solleciterai maggiormente.

 2- Non partire a Cannone! Concedi tempo anche al sistema cardio-circolatorio di adattarsi aumentando progressivamente la velocità e senza esagerare fin da subito.

 3- Dedica almeno 5 minuti a fine allenamento per allungare i muscoli maggiormente utilizzati.

 Questa è solitamente la fase più snobbata ma è parte integrante del processo di allenamento ed è fondamentale per prevenire infortuni e ridurre i tempi di recupero tra gli allenamenti.

  • • Se ritieni invece di essere stato fermo troppo a lungo
  • • Se hai qualche dolore che pensi possa pregiudicare la tua attività fisica
  • • Se hai bisogno di consigli sugli esercizi mirati per la tua situazione

Ti aspetto presso lo Studio Medico Quantico di Milano. Sarò lieto di aiutarti a ritrovare una centratura e ad illustrarti esercizi specifici mirati su ciò di cui il tuo corpo ha bisogno per riprendere l’attività fisica in totale sicurezza.

Luca Scavazza osteopata DO, MSc, MCB