La Neuroacustica e Biorisonanza

frequenze

Non più Farmaci ma Frequenze ... sarà il prossimo futuro?

Ti senti affaticato?                                                                                                                           

Il tuo sonno è disturbato?

Ti senti anergico, vuoto, svogliato nella tua giornata senza un motivo apparente?

Hai i valori soglia dello stress sopra il livello della tua resilienza?

Ti sembra di non riuscire ad uscire da una condizione di frustrazione e che tutto continui ad andare per “il verso” sbagliato?

Questo stato di deficit psicoenergetico, secondo le teorie della Biofisica, è un quadro di alterazioni delle frequenze nel campo elettromagnetico del tuo organismo ed è ben conosciuto  nella storia della Medicina aerospaziale.

Oggi, con le nuove ricerche e scoperte, cosa possiamo fare?

Procedo con ordine dandovi un po di elementi di fisiologia  e di fisica:

IL Sistema Nervoso è costituito da una parte definita Centrale, rappresentata dal Cervello con il midollo allungato e il cervelletto, e da una parte definita Periferico costituito dal midollo spinale e dai nervi spinali che hanno l’uscita dalle vertebre. Inoltre si distingue in Sistema Nervoso Autonomo e Sistema Nervoso Volontario. Il primo è deputato fisiologicamente alla nostra sopravvivenza il secondo è soggetto alla nostro volere.   

E’ un insieme di reti nervose collegato da connessioni elettriche e di scambi ionici attaverso il neurone, il nome della cellula nervosa, e dalle sinapsi che sono i collegamenti tra i neuroni. Questa rete di connessioni e ricchissima di attività misurabili in energia elettrica e in campi magnetici.

Il nostro corpo genera un campo elettromagnetico che possiamo misurare: non solo il cervello con il suo sitema nervoso ma anche il cuore e tutti gli organo interni generano campi elettromagnetici dovuti all’energia che creano e che scambiano tra di loro e con l’esterno. Questo avviene perché tutti gli esseri viventi,ovviamente noi compresi, siamo costituiti da cellule. Ogni cellula è un sistema vivente che respira, produce energia attraverso processi di metabolismo,ha un terreno dove avvengono scambi ionici ed è ricca di acqua, inoltre ha una superficie eccitabile. Questa struttura determina un campo elettrico di ogni singola cellula che interagisce con il campo terrestre creando radiazioni/campi elettromagnetiche.

L’elettromagnetismo si basa sulla presenza di cariche positive e negative che si attraggono o si respingono in funzione del loro segno e agisce a livello degli atomi tra gli elettroni e il nucleo dell’atono caricato positivamente. Ogni carica crea una perturbazione che si chiama CAMPO.

 Noi, come tutti gli  esseri viventi, viviamo immersi nel campo gravitazionale della terra che,lo voglio ricordare, è la Nostra Madre e del cielo, che è il Nostro Padre.

frequenza 01486x322

La  Terra e il Cielo sono ricchi di forze elettromagnetiche e di ioni.

Le onde elettromagnetiche presenti tra la superficie della terra e la ionosfera generano una vibrazione propria del pianeta che ha una frequenza di 7.83 Hz al secondo, creando un’onda positiva stazionaria di energia,  chiamata Onda di Shumann. Questo fenomeno elettromegnetico è considerato il battito cardiaco della terra.

Curioso e degno di indagine scientifica e clinica è sapere che anche, il nostro Ippocampo, che ha un ruolo fondamentale nella motivazione,  nelle emozioni, nella memoria e nelle risposte allo stress, VIBRA intorno ai 7,8 Hz che corrisponde alle vibrazioni dell’onda di Shumann cioè al battito cardiaco della terra!. Questo significa che, Umano e Terra hanno la stessa vibrazione. Questo è il motivo, dal mio punto di vista, dell’interconnessione tra noi Umani,il microcosmo e l’Universo, il macrocosmo.

Inoltre è stato dimostrato che la frequenza di Shumann è anche in relazione con le onde Alfa e gli stati Theta del cervello onde che corrispondono allo stato di rilassamento e sonno profondo.

Ormai si sa ed è compreso anche dai più scettici,che tutta la materia è caraterizzata da energia cioè da emissione di un campo elettromagnetico. Nel 1984,a Carlo Rubbia, è stato conferito il Nobel per la fisica perché ha dimostarto che tutta la materia è sottoposta  a delle forze energetiche: il rapporto tra massa ed energia ha una costante ed è di uno a un miliardo (1:9.764X10^9). La base di questa formula è stata la geniale intuizione  della Teoria della relatività di Einstein: piccolo significato della materia e grandissimo significato dell’energia. Questo significa che quando noi guardiamo e misuriamo SOLO la parte materica (atto importantissimo) del corpo, perdiamo però circa 1 miliardo di informazioni che sono in forma energetica di vibrazioni.

La nuova fisica e biologia delle particelle e dei campi elettromagnetici hanno dimostrato il ruolo fondamentale dell’energia nella gestione dei processi fisiologici  e biochimici. I sistemi biologici funzionano come apparecchi radio, operano per risonanza cioe’ il ricevitore e il trasmettitore vibrano alla stessa ferquenza. Così funziona il nostro sistema biologico: milioni di molecole biologiche comunicano ciascuna con la propria molecola e solo con essa riconoscendo la propria vibrazione attraverso l’acqua. Esistono nel corpo umano 10.000 molecole d’acqua per ogni molecola di proteina.

Il pensiero è uno scambio di informazioni che modulano il campo elettromagnetico in una dimensione più elevata: scambio di informazioni è scambio di energia, di campo elettro magnetico a qualsiasi livello esso avvenga anche in una comunicazione tra 2 persone  a voce. La vibrazione in ultima  analisi è un’onda,un suono.

Conoscete il significato di “effetto binaurale?” tale effetto sorge quando noi percepiamo un suono con le 2 orecchie. Quando un soggetto è rivolto verso l’origine del suono con entrambe le orecchie l’onda sonora arriva ad esse contemportaneamente e nella stessa fase. Se la testa è girata nella direzione opposta l’orecchio rivolto alla sorgente percepisce il suono per primo e le fasi di oscillazione sonore non saranno identiche. Percependo questo spostamento di fase il nostro cervello può localizzare la fonte sonora.

Il ritmo binaurale è un artefatto del cervello, un suono con questa ferquenza non esiste.Le sensazioni registrate attraverso EEG durante l’ascolto dei ritmi binaurali possono essere sia stimolanti che calmanti,dipendendo solo dalla ferquenza del ritmo. La neurofisiologia delle Neuroscienze attarverso la RMNf ha dimostato che sommando alcuni “strati” dei “puri” battiti binaurali e stimolando determinate aree cerebrali puo essere determinata una oscillazione elettromagnetica che detrmina uno stato di Coscienza che corrisponde a quella oscillazione.

Cosi in relazione alle onde cerebrali i bettiti binaurali delta(1-4Hz) e theta(4-8Hz) creano uno sttao di rilassamento; i ritmi alfa(8-12Hz) conducono al rilassamento vigile mentre i ritmi beta(16-24Hz) conducono auno sttao di vigilanza attenzione e concentrazione.

 Il ritmo binaurale si crea tramite le cuffie stereo; ad un orecchio si applica un tono puro di 150 Hz e all’altro orecchio si applica un tono puro di 157Hz. Entrambi gli emisferi del cerevllo iniziano a lavorare insieme e così una persona sente i battiti con la frequenza 157-150=7Hz. Ma questo non è un suono reale esterno è un suono coerente sincronizzato dai 2 emisferi definito suono “fantasma”.

La sincronizzazione degli emisferi è estremamente benefica:il cervello riesce a controllare meglio il funzionamento dei sistemi fisiologici, migliora la gestione delle emozioni e la concentrazione.

frequenza 02 486x322

La tecnica di sincronizzazione neuroacustica degli emisferi è nata  a livello militare, significativi sono gli studi dello scienziato russo Serghej Astashko (Accademia militare di Kirov) che applicò il metodo della sincronizzazione binaurale per migliorare i processi di adattamento professionale dei giovani militari di leva, in quanto l’organismo dei giovani militari è esposto ad un forte stress. Il Sistema nervoso e il Sitema cardio respiratorio sono sottoposti sempre a forte performance.

Negli studi di Astashko presero parte i marinai di leva appena arruolati.

Il ricercatore usò le frequenze specifiche destinate al superamento dell’ansia: i toni binaurali 7Hz e 14Hz (ritmi alfa e beta) più le frequenze portanti, pure 257hz o 246hz (orecchio sx)e 250 hz e236 Hz (orecchio dx), in combinazione con il rumore “flicker” che è un rumore le cui componenti a bassa frequenza hanno potenza maggiore.

Le sedute avevano la durata di 15 minuti.

Dimostrò che un ciclo di 10 sedute di 15 min. erano terapeutiche nel senso che  compensavano i cambiamenti negativi dovuti alla condizione di grande stress.

 I ritmi binaurali, la modulazione d’ampiezza, i ritmi isocronici, lo spostamento spazio-acustico e altre tecnologie del suono sono tecnologie utilizzate per riuscire a diminuire il livello di stress dell’ ”uomo ultramoderno”. Lo stress e le conseguenti malattie da stress influiscono enormenente sulla capacità di adattamento con successive ripercussioni sullo stato emotivo. Ciascuno di noi nasce con una quantità di capacità bio-sociali e una volta consumate cadiamo nello esaurimento e burnout.Esiste una correlazione tra la coerenza delle onde cerebrali dei 2 emisferi e la salute psicosomatica. Attualmente purtroppo noi viviamo in uno stato di “decoerenza neurale dello stato beta”.Tale stato se permane non permette un sonno riposante! L’uomo odierno mantiene il cervello sulla banda dello stato beta, concentrazione  e allerta, sovraffaticando il SNA e le ghiandole  endocrine preposte al meccanismo fight or flight: stress cronico.

Lo Studio Medico Quantico ha adottato una tecnica terapeutica all’avanguardia che si basa su questi dati  biofisici. Siamo in grado di eseguire una valutazione elettromagnetica della tua struttura biologica con una valutazione frequenziale basandoci sulla voce, con un apparecchio elettromedicale a norme CE, e valutare in base alla frequenza della tua voce gli Hz mancanti che creano quel tipo di malattia.

Per questa ragione nello Studio Medico Quantico iniziamo a curare con le frequenze limitando sempre di più l’uso dei farmaci nel rispetto sempre più importante di Madre Terra e Padre Cielo.

Ringraziamo Olga Samarina e l’Istituto Adavnced Mind Institute per il prezioso contributo fornitoci con l’articolo “La sincronizzazione binaurale del cervello e la medicina militare russa”.

Stefania Doria MD

Julia Nemes, naturopata