Trattamento del linfedema

linfedema

Trattamento del linfedema dei genitali e addome

Il linfedema secondario dei genitali e addome è solitamente conseguente al trattamento chirurgico di una neoplasia maligna urogenitale.

Esso si manifesta come un gonfiore delle pelvi, dei genitali esterni, dell'addome e del terzo prossimale delle cosce causando disagi su molteplici fronti.

L'edema dei genitali esterni rende maggiormente difficoltose le operazioni di cateterismo necessarie per lo svuotamento della vescica, complica il mantenimento di una corretta igiene personale e crea un disagio psicologico al paziente da non sottovalutare.

Spesso l'edema dei genitali è associato ad edema dell'addome che causa un senso di appesantimento e spossatezza simili ai segni di ristagno circolatorio addominale e, nei casi più gravi, l'edema può estendersi agli arti inferiori, mono o bilateralmente.

Data la particolarità di quest'edema non esiste una comunicazione mediatica in merito e spesso i pazienti afflitti da questi disturbi non vengono a conoscenza dell'esistenza del trattamento appropriato per contenere e alleviare il loro problema.

Il trattamento più efficace per la riduzione degli edemi secondari in generale è il linfodrenaggio manuale associato al bendaggio compressivo e ad esercizi decongestionanti.

Partendo da questo presupposto il Dott. Emanuele Ranzani ha sviluppato un protocollo di trattamento in tre fasi specifico per l'edema dei genitali e dell'addome:

  • drenaggio linfatico manuale ovvero un trattamento manuale finalizzato alla mobilizzazione della stasi linfatica presente e alla stimolazione del sistema linfatico accessorio
  • confezionamento di un bendaggio compressivo da mantenere tra una seduta e l'altra
  • educazione del paziente alla gestione dell'edema tramite esercizi di decongestionamento pelvico

Il Dott. Ranzani riceve solo su appuntamento