Psicologia giuridica

psicologo giuridico

La psicologia Giuridica è quella branca della psicologia che indaga i processi psicologici rilevanti ai fini di una valutazione giuridica.

Lo Psicologo giuridico svolge una funzione prevalentemente di consulente, e la sua attività è finalizzata a rispondere a quesiti legali di  diversa natura e con diverse finalità a seconda che siano stati formulati dal Tribunale Civile, Penale o Minorile.

Lo psicologo giuridico è dunque chiamato a svolgere una Consulenza Tecnica D’Ufficio (CTU) quando è nominato dal Giudice, quando invece l’incarico è richiesto da un avvocato o dalla parte stessa coinvolta nel procedimento, lo psicologo svolge il ruolo di Consulente Tecnico di Parte (CTP).

Lo psicologo ha il compito di indagare il vissuto psicologico dei soggetti coinvolti nel processo giuridico, civile o penale. Attraverso strumenti psicodiagnostici e il colloquio clinico lo psicologo esplora la personalità (capacità interpersonali, motivazioni, bisogni, ecc.), la presenza di fragilità emotive o condizioni psicopatologiche, il funzionamento intellettivo (presenza di deficit intellettivi o neuropsicologici), capacità di intendere e volere.

Operatore: Dott.ssa Giorgia Di Ruzza, Psicologa Clinica e Psicologa Giuridica, Psicoterapeuta